Seguici:    

Il progetto EMMEGI ha visto, sempre, un forte coinvolgimento del management aziendale, ciò in ragione del fatto che la soluzione complessiva era stata ipotizzata in uno scenario di lungo periodoPatrizia Artioli - Customer Support Manager Four Bytes

EMMEGI RICAMBI S.p.a.: L' AZIENDA

emmegi-logo

Emmegi Ricambi è un’azienda bolognese che si occupa di forniture a rivenditori ed utilizzatori professionali di accessori per personal computer, consumabili per stampanti, ricambi per registratori di cassa e per fotocopiatrici.

Attualmente, l’offerta di Emmegi Ricambi è costituita da oltre 6.000 articoli.

Ai propri clienti non offre solamente prodotti ma anche supporto tecnico, assistenza per l’e_commerce, qualora il cliente sia interessato ad avviare proprie procedure di commercio elettronico, e supporto per il marketing.

L’obiettivo è quello di qualificarsi come un partner strategico nel business d’impresa, superando il tradizionale rapporto “cliente-fornitore”.

Esigenze iniziali

Emmegi Ricambi utilizzava già da diversi anni una soluzione gestionale di SDG Four Bytes chiamata ETA, sviluppata in ambiente Unix, che aveva onorevolmente supportato l’aziende in una fase di prima informatizzazione e di incremento dell’efficienza gestionale.

All’inizio del nuovo millennio, si sentiva però la necessità di poter procedere ad interventi personalizzazione della soluzione, senza i vincoli di tempo, risorse ed investimenti che richiedeva una soluzione, pur affidabile, nata in un ambiente di sviluppo non particolarmente flessibile.

Allo stesso tempo si era fatto esiziale procedere alla completa integrazione tra giro attivo e giro passivo, dalle attività rivolte al cliente alla gestione puntuale ed efficace delle politiche di acquisto e di riordino.

Il percorso di scelta

Emmegi Ricambi, pur soddisfatta dei rapporti in essere con SDG Four Bytes, all’atto della pianificazione delle attività propedeutiche alla scelta di un nuovo sistema gestionale aziendale, ha preso in esame più soluzioni e più proposte, nell’ambito di un’attività di software selection.

I criteri di scelta comprendevano, oltre ad una valutazione sull’affidabilità e competenza del fornitore, alcune considerazioni sul “valore” d’uso della soluzione: ampia possibilità di inserire tutti i fondamentali automatismi funzionali a supporto dei processi aziendali e del flusso di informazioni, disponibilità di reportistica dettagliata e puntuale, già a standard nel sistema o di facile realizzazione.

A ciò si aggiunga che il progetto iniziale di re/informatizzazione lungo una dorsale gestionale classica: contabilità, giro attivo, giro passivo e gestione contabile del magazzino, prevedeva già future integrazioni verso una gestione più efficace del front end aziendale (CRM ed e_commerce) e della logistica di magazzino (magazzino fisico).

Emmegi Ricambi, pur soddisfatta dei rapporti in essere con SDG Four Bytes, all’atto della pianificazione delle attività propedeutiche alla scelta di un nuovo sistema gestionale aziendale, ha preso in esame più soluzioni e più proposte, nell’ambito di un’attività di software selection.

I criteri di scelta comprendevano, oltre ad una valutazione sull’affidabilità e competenza del fornitore, alcune considerazioni sul “valore” d’uso della soluzione: ampia possibilità di inserire tutti i fondamentali automatismi funzionali a supporto dei processi aziendali e del flusso di informazioni, disponibilità di reportistica dettagliata e puntuale, già a standard nel sistema o di facile realizzazione.

emmegi

Il Progetto

Come già anticipato la realizzazione del progetto Emmegi Ricambi si è articolata su alcuni steps fondamentali, affrontati nel corso degli anni, con la finalità di aumentare l’efficacia e l’efficienza dei progetti aziendali senza che le attività d’implementazione risultassero invasive e “impedenti” l’operatività quotidiana.

  • 1° fase (2001) Informatizzazione delle attività contabili, sino alla gestione dei cespiti ammortizzabili, informatizzazione degli acquisti e del magazzino contabile, informatizzazione delle vendite (ciclo ordine-fatturazione).
  • 2° fase (2003) Creazione di un sito di e_commerce integrato con Target Cross (pubblicazione del catalogo elettronico, raccolta ordini clienti).
  • 3° fase (2007) Integrazione di TargetWarehouse, modulo di Target Cross per la logistica avanzata ed il magazzino fisico, in un contesto di affinamento della gestione complessiva del magazzino, con l’obiettivo di controllare in tempo reale le giacenze, gestire mappatura ed ubicazioni, ottimizzare i pre- lievi e la composizione dei pallets, con un processo di automazione della fatturazione e di controllo dei crediti.

Nel corso del 2008, Emmegi Ricambi ha proceduto all’implementazione di un applicativo dipartimentale di CRM, esterno a Target Cross ma completamente integrato nel sistema informativo aziendale.

emmegi hub

L’obiettivo è quello di qualificarsi come un partner strategico nel business d’impresa…

Benefici ottenuti dal cliente e valutazioni sul progetto

I benefici ottenuti corrispondono alla realizzazione di tutti gli obiettivi di tipo applicativo-funzionale posti in fase di stesura del progetto. In particolare, l’integrazione effettiva di Target Cross, TargetWarehouse e dell’applicativo di CRM, consente all’aziende di processare gli ordini come un flusso unico, con la visualizzazione contestuale di tutte le informazioni (giacenze di magazzino, codici alternativi, saturazione del credito, ecc.) utili a definirne una gestione ottimale.

Rimane alta la soddisfazione generata dalla flessibilità di Target Cross, unitamente al livello di utilizzabilità delle funzioni (“amichevolezza” del prodotto), aspetti che hanno senz’altro aiutato la fase di introduzione del sistema, caratterizzata da un conflitto con gli utenti sempre gestibile e da un livello di resistenza all’innovazione tale per cui l’operatività non ha subito rallentamenti di entità critica.

Il management di Emmegi Ricambi ha apprezzato in modo particolare il fatto che sia l’implementazione di Target Cross che di TargetWarehouse è stata effettuata senza che venisse perso alcun giorno della operatività usuale.

Questo “vantaggio”, che permette di contenere i costi complessivi, da una parte, e migliorare il ROI grazie alla forte contrazione del time-to-market dell’investimento, dall’altra, non è frutto di situazioni contingenti e casuali, bensì:

  1. delle caratteristiche tecnologiche della soluzione,
  2. dell’utilizzo di metodiche di progetto ampiamente testate,
  3. del coinvolgimento positivo della tecno-struttura del cliente e del suo management e, non ultimo,
  4. della buona/ottima competenza, di prodotto e gestionale, del team messo in campo da SDG Four Bytes.

Vuoi sapere come potrebbe essere la tua storia di successo?
Chiedici informazioni e costruiamola assieme!

Acconsento al trattamento dei dati personali*
Informativa

Verifica*

Lascia un commento

Review

*