Seguici:    

redmark top
A mio avviso due erano gli obiettivi nell’implementazione di Target Cross in Redmark: realizzare un sistema di cost accounting soddisfacente e dimostrare, nel tempo, la scalabilità delle nostre soluzioni: centrati!Patrizia Artioli - Customer Support Manager Four Bytes

REDMARK S.r.l.: L' AZIENDA

redmark-logo

Redmark è un’azienda di Carpi, diventata, negli anni, una delle capitali produttive del “fashion”.

Retrocinte, etichette tessute, cartellini e packaging sono accessori importanti di un look ricercato e… Redmark lo sa!
La forza ed il successo di Redmark si basano su una precisa filosofia: l’unicità e l’originalità del prodotto. Realtà giovane e dinamica, Redmark è costituita da un work team in grado di creare e proporre soluzioni di alto livello specifiche per ogni esigenza.
Cartellini, etichette, patch e packaging diventano importanti simboli fashion che fanno la differenza.
Fare ricerca per chi si occupa di moda è un aspetto fondamentale, significa riuscire a far condividere alcuni aspetti essenziali: pragmatismo e intuizione, sensibilità e talento.
Redmark ricerca le novità, e su di esse scommette: è alla continua ricerca di materiali e tecniche di lavorazione
all’avanguardia e personalizzate.
Prevedere, riconoscere, studiare i trends del momento, ricercare costantemente nuove idee materiali e tecniche, costituiscono i punti forza dei creativi Redmark per riuscire a proporre ad ogni stagione una collezione mirata ad ogni esigenza di stile, ricca di contenuti e particolari ricercati.

Approccio al nuovo Sistema

Redmark aveva maturato la convinzione che il proprio sistema informativo non fosse più adeguato alle proprie esigenze e, per alcuni limiti tecnologici e progettuali dello stesso, difficilmente sfruttabile al di là della disponibilità funzionale.

Tant’è, che al sistema veniva affidata la mera contabilità, sino all’emissione delle fatture attive.

SDG Four Bytes è stata chiamata a presentare una propria proposta grazie alla presenza di un collaboratore esterno che aveva avuto modo di apprezzare la competenza dei consulenti di Four Bytes.

La ragione ultima della scelta di Target Cross come cardine del sistema informativo aziendale è stata la valutazione di trovarvi un software gestionale completo, in grado di rispondere alle necessità presenti all’atto della scelta e, certamente, anche a quelle che si stimavano in divenire.

La Soluzione

Il sistema informativo approntato per Redmark tiene conto delle specificità aziendali e, in particolare, dell’aspetto di “unicità” dei prodotti/articoli realizzati, stante il mercato di destinazione degli stessi: mercato che esige una differenziazione spinta del brand e, pur nella coerenza d’immagine, un rinnovamento continuo dei prodotti

Ogni prodotto è studiato per il singolo cliente, assieme a lui, e “muore”, nella maggioranza dei casi, in una stagione.

Stante la rispondenza delle problematiche generali a quelle del settore “fashion”, è stato installato, nel sistema, il verticale Target Cross Fashion.

Inoltre, parte della produzione, quella basata sugli articoli in pelle, è realizzata in toto all’interno, mentre il resto è “progettato” dal work team aziendale ma “costruito” da terzisti.

Questa articolazione comporta il fatto che all’acquisizione di un ordine possano scaturire o un ordine di lavorazione interno, o un ordine di lavorazione verso terzisti o un ordine fornitori, sulla base dell’elaborato creato dall’MRP del sistema, vagliato dall’ufficio tecnico dell’azienda. Proprio per la “singolarità” delle produzioni gli automatismi immediatamente a valle dell’MRP sono pochi, essendoci l’esigenza di un vaglio critico specifico, ordine per ordine.

Al centro dei processi aziendali c’è una “scheda tecnica”, che rappresenta la distinta base dei diversi articoli.
Il sistema informativo consente la “valorizzazione” della scheda tecnica, quindi il computo di un “costo del prodotto”, sul quale applicare il mark-up che genera la base per il prezzo di vendita del prodotto.

Nell’ottica di un presidio di cost accounting puntuale e basato, eventualmente, su costi effettivi, l’azienda sta introducendo anche R.A.P., il modulo di Target Cross per la raccolta dei dati di produzione e per la gestione degli avanzamenti.

Altro aspetto critico è la “logistica” declinata sia come efficientamento dei magazzini che come controllo del “conto terzi di fase”: e l’uno e l’altro rilevanti nel processo di controllo della qualità.

Non da ultimo, il sistema deve farsi carico di recepire una sorta di “ordine aperto”, sottoscritto da alcuni grandi brand della moda che acquistano consistenti volumi di uno o più prodotti, mentre quote dell’ordine vengono ritirate, di volta in volta, da loro terzisti.

A questa condizione, frequente, è da attribuire una delle ragioni che hanno portato Redmark all’utilizzo del work-flow di Target Cross (modulo Proattivo): impiantare una serie di alert per il monitoraggio dello stato di esaurimento dell’ordine, sia per le implicazioni di magazzino/produzione, sia per quelle commerciali, quale il presentare una nuova proposta d’ordine al cliente che sta esaurendo l’ordine precedente.

redmark

Benefici ottenuti

Redmark ha soddisfatto gli obiettivi iniziali che, ricordiamo, erano quelli di avere una soluzione complessiva, completamente integrata, fruibile e scalabile.

Come confermano una serie di upgrade realizzati nel tempo, dopo l’abbrivio del sistema, la soluzione si è dimostrata in grado di seguire l’azienda, potenzialmente anche nel caso di modifiche del core business, ma, più concretamente, quando l’integrazione di sistema e l’integrazione di processo assumono un andamento circolare, diventando l’uno fattore abilitante dell’altro.

Vuoi sapere come potrebbe essere la tua storia di successo?
Chiedici informazioni e costruiamola assieme!

Acconsento al trattamento dei dati personali*
Informativa

Verifica*